venerdì 18 agosto 2017

Il “significato” (4) e (5)

Ci sono aspetti che diventano secondari, quando altri aspetti diventano (sembrano) principali. 
Solitamente, la “regola” è che la Massa vive la tal vicenda e, di conseguenza, si autoregola (sai, però, che esistono grandi network “commerciali” in grado di influenzarla). 
Ossia, tutt3 “qua, così” ti dà l’impressione che “vada da sé”, nel senso che… democraticamente, l’umanità “sceglie” liberamente, naturalmente, spontaneamente, etc. 
Infatti, le persone credono proprio di essere padrone del proprio destino. C’è questa pseudo convinzione, in “giro”
Le farfalle, ad esempio, ti dicono che – sin dal tempo della rivoluzione industriale, in Inghilterra - abbiano cambiato colore alle proprie ali, da quando gli alberi sui quali si posavano avevano, a loro volta, cambiato colore (in conseguenza dell’inquinamento industriale). 
Ok? 
Questo accadimento viene preso come “evoluzione naturale”, anche se è un adattamento alle condizioni ambientali del tutto “artificiali”. In una sola parola:
sopravvivenza.
In due parole:
sopravvivenza e controllo.

Vita dissipativa: alcune lezioni di un corso in miracoli


Un corso in miracoli dice: 
"I miracoli sorgono da una mente che è pronta per essi"
... dunque è poco utile cercare di creare qualcosa se non bonifichi la tua mente dalle mille e una 'cose' esterne che credi di essere e vivere. Bisognerebbe dedicare molto più tempo al ripulire sé stessi che non a cercare di creare qualcosa nella mente.

Molti di noi stanno continuando a spendere gran parte del loro tempo e della loro energia vitale a lamentarsi del governo e del mondo cattivo lì fuori, alcuni di loro addirittura li ho sentiti dire che non credono nell'uomo, che ritengono sia fondamentalmente 'cattivo' perchè là fuori c'è tanta cattiveria e insensatezza.

Un corso in miracoli spiega che i miracoli possono sorgere unicamente da una mente che è pronta per essi, una mente che, tra le altre cose, è andata oltre la dualità giusto e sbagliato, e una mente simile è frutto di un lavoro di ripulitura e bonifica che va ben oltre quello che queste persone sono normalmente disposte a fare.

Per questo costoro non creano la loro realtà nemmeno con tanti esercizi, partecipando a tutti i corsi e leggendo tutti i libri. Per farlo infatti si deve, tra le altre cose, essere disposti a vedere la perfezione in ogni evento, anche dove apparentemente non ce ne è ed essere inclini ad accettare il principio primario e cioè che io creo ogni bit della mia realtà quindi anche tutte queste cose orrende che credo di vedere.

Io sono Ubik - Le forze del male

 
Il governatore della città di Ubik, il meta-conte Sanat Kumara, non può intervenire, se non in minima parte, nelle questioni dei terrestri, in quanto non può violare il loro libero arbitrio. Tale accortezza non è invece praticata dagli Oscuri, gli appartenenti alla Loggia Nera o, se vogliamo usare i termini corretti, gli Illuminati di Moriah, facenti capo a un’antica fratellanza sumera. 
 
Questi non sono da confondere con gli Illuminati di Baviera, molto più recenti, fondati dal gesuita tedesco Adam Weishaupt, il quale si è sempre mosso al servizio della Gerarchia Bianca (i Signori del Vril, anche detti Signori della Fiamma) e mirava alla diffusione di una società segreta che comportasse la graduale distruzione degli organismi politici e religiosi corrotti che hanno sempre governato – e tuttora governano – il pianeta.

Le "Arche della Resistenza". Come superare la "zona comfort" e inoltrarsi nel cambiamento


Come posso trovare tali spiriti affini?Sono in grado di dedicarmi ad una causa-progetto? Quale altra scelta resta se non fare “il salto”, il cambiamento?

Riprendo - il tema è ancora attuale...un pezzo che avevo tradotto qualche anno fa. L'autore, Julian Rose, è un’ attivista internazionale nonchè agricoltore biologico e scrittore. Le libertà personali sono sempre più erose e la salute sempre più alla mercè di “obblighi”, e la crisi economica dilania (si diceva nell'articolo del 2014...). 

 
------------------------------------------

Una volta che abbiamo messo mano a ciò che “è sbagliato”, il passo successivo dovrebbe essere mettere al suo posto qualcosa che ci “sembra giusto”. Non è facile ma essenziale, ed in molti questo equivale ad un modus operandi, che se ignorato, fa svanire il cosa “è sbagliato” … almeno fino a quando poi qualcuno bussa con veemenza alla porta … ed allora è troppo tardi.

Geoingeneria: false soluzioni al cambio climatico

Geoingegneria - I pericoli della geoingegneria.

Ci siamo interessati della geoingegneria circa un anno e mezzo fa. Da allora la situazione per certi versi è peggiorata.

L’ipotesi di affrontare il cambio climatico attraverso il plan B ovvero usando le più incredibili applicazioni tecnologiche non solo non è stata bandita dall’orizzonte, ma permane in tutti i consessi internazionali.

Le elezioni americane con la presidenza Trump così come le ultime dichiarazioni di Putin favoriscono un generale clima di negazione della semplice, ma imprescindibile verità e cioè che il cambio climatico nasce dall’azione umana e che va affrontato con un drastico cambiamento di priorità e schemi sociali e produttivi.
 
Ma di tutto questo se ne parla troppo poco, è un rimosso collettivo.

Un tema che sembra sempre stare ai margini del dibattito generale. Spiega abbondantemente le motivazioni alla base di questa "rimozione" collettiva che attraversa profondamente la cultura stessa il bel testo "La grande cecità. Il cambiamento climatico e l’impensabile" di Amitav Ghosh.

La Mucca Sacra

 
Per il Movimento dei diritti sui vaccini e necessario fare un Fronte Unito, un Fronte Unito in tutto il mondo. 

Mentre Big Pharma ottiene sempre di più il controllo sui governi nazionali e l'autoritarismo diventa la normalità sull'ordine del giorno, i genitori che sono preoccupati sulla sicurezza dei vaccini, stanno guardando alla loro libertà e la capacità di proteggere i loro figli dai loro effetti nocivi. 

Infatti, sembra che l'intero mondo occidentale stia lentamente a guardare la tenda di ferro che gli viene costruita intorno a loro su un numero di questioni, e i vaccini è una di queste questioni.

Sia negli Stati Uniti che all'esterno, i governi stanno sovvertendo i diritti individuali passando leggi che rendono difficile scegliere se vaccinare o non vaccinare e costantemente costringere a vaccinare i loro bambini.

La sottile linea rossa dell'alluminio


Si allunga la lunga lista degli attacchi alla salute dei più piccoli in nome della cosiddetta prevenzione. In questa lettera aperta del Prof. Giuseppe Altieri si parla di Vitamina K1 propinata a 30 secondi dalla nascita 


 Ecco cosa contiene la vitamina K1
vitamina k1

Leggi l’articolo.

Le ultime settimane hanno focalizzato la discussione sugli ingredienti e la  ‘sicurezza’ dei vaccini obbligatoriamente iniettati nei corpicini dei neonati. 

Secondo i ‘Vaccini…sì’  i sali di alluminio sono usati come nuovo bersaglio per una campagna denigratoria, al fine di creare uno stato d’ansia nei genitori.

L’alluminio in nanodimensione è onnipresente. Perfino l’Airforce USA indaga sugli effetti delle nanoparticelle di alluminio e avrà i suoi ‘buoni’ motivi. 

Adesso sappiamo chi ha mandato a morte Regeni


Il giorno in cui finalmente il governicchio Gentiloni rimanda l’ambasciatore al Cairo, ecco che il New York Times, nientemeno, esce con la  notizia presunta bomba, che i nostri media servizievoli titolano così:
 “Obama diede le prove a Renzi sul ruolo dell’Egitto nell’omicidio di Giulio Regeni”.
Prove “incontrovertibili”, secondo Repubblica. Poi, leggendo si scopre che i servizi Usa non diedero alcuna prova. Dissero che “non c’era dubbio”, ma per evitare di identificare la fonte, gli americani non condivisero per intero le informazioni di intelligence, né dissero all’Italia quale agenzia di sicurezza ritenevano fosse dietro alla morte di Regeni, spiega ancora il giornale.
Non era chiaro chi avesse dato l’ordine di rapire e, presumibilmente, ucciderlo”, ha detto al giornalista del Nyt un altro ex funzionario Usa”.

E sarebbero queste le prove incontrovertibili? Nessun dato di fatto. Nessunissimo.

Putin promette di arrestare G. Soros, chiuderlo in cella e buttare la chiave

 George Soros il "mestatore"
George Soros, lo speculatore finanziario senza scrupoli, si è proclamato “filantropo” e le sue Fondazioni (ONG) esonerate di imposte sono una parte integrale di questa macchina da guerra preventiva. William Engdhal
La Russia aveva espulso Soros fuori dal paese per buone ragioni. Era stato Soros che aveva aiutato a rovinare l’economia russa e quella polacca nel decennio del  1990.

Come un grosso pescecane bianco, Soros si muove in ogni parte del mondo alla ricerca delle sue prede.

La prima cosa che bisogna sapere di lui è che Soros è come un grosso calamaro vampiro che si attorciglia intorno alla faccia dell’umanità senza sosta, succhiando sangue a tutto quello che odora di denaro.

Ultimamente il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato un nuovo “avviso” circa Soros ed il suo ruolo di destabilizzatore, avvisando le autorità degli USA che, dietro i disordini e gli scontri razziali avvenuti ultimamente negli USA,  si trova la mano di Soros: 
Soros sta utilizzando i suoi mezzi per promuovere una politica di divisione di violenza e di propaganda dei media per i suoi fini. Il magnate si sta servendo di una vasta rete di agitatori per attaccare i punti più sensibili degli USA e causare turbolenze. Che non si facciano ingannare: la parte finale di tutto questo è la rivoluzione attraverso la guerra civile. Negli USA si stanno utilizzando le stesse tattiche utilizzate in altre parti del mondo. Soros è un piromane che cerca di appiccare il fuoco  con i fiammiferi che detiene nella sua borsa”.

La Cina costringe gli USA a porre fine alla “guerra delle parole”


Come previsto diplomazia e avvertimenti dei cinesi hanno costretto Washington e Pyongyang a fermare la “guerra delle parole” che accelerava la crisi nel Pacifico settentrionale. Quattro giorni prima, dopo l’avvertimento della Cina agli Stati Uniti che avrebbe difeso la Corea democratica se l’avessero attaccata e cercato di cambiarne regime, e dopo la chiamata del Presidente Xi Jinping al presidente degli Stati Uniti Trump, dicendogli si smetterla, scrissi che pensavo che la diplomazia cinese avrebbe avuto successo e che la guerra verbale tra Stati Uniti e Corea democratica sarebbe finita. 
Quando si ha che fare con la Corea democratica e un leader orgoglioso, inesperto e volubile come Donald Trump, non è mai facile essere sicuri, ma la mia ipotesi è che la diplomazia cinese negli ultimi due giorni sia stata efficace e che il grosso della crisi sia finita. In caso affermativo mi aspetto che lo scontro verbale tra Washington e Pyongyang inspiegabilmente e misteriosamente esploso negli ultimi giorni, si affievolisca”. 
Nello stesso articolo osservai che il presidente degli Stati Uniti Trump non era sicuramente l’unico capo straniero che i cinesi avrebbero contattato nel corso della crisi. I cinesi senza dubbio avranno parlato anche con i nordcoreani, probabilmente coi sudcoreani, e naturalmente erano a stretto contatto con l’alleato russo. Oggi è chiaro che la diplomazia cinese ha effettivamente avuto successo.

giovedì 17 agosto 2017

Il “significato” (3).

Nelle etichette, applicate sulle confezioni alimentari, manca sempre (sempre) qualcosa. Per questo è stata concepita:
per illudere, apparire, deviare la "tua" attenzione, rassicurarti, etc. (ad esempio, la categoria "aromi naturali" è un insieme che sfugge complessivamente).
Nonostante tutta la “normativa” e l’apparenza (tutela del consumatore), non risultano nemmeno mancantie ciò è già di per sé estremamente significativo1) gli inquinanti (che, ormai, sono entrati a far parte delle caratteristiche “nutritive” del tal prodotto) e 2) le proprietà “altre (effetto espanso)” – in termini di “trattamento (ad opera del funzionamento del complesso umano)” - che dette sostanze incarnano, rappresentano e generano, una volta introdotte all’interno del processo, non solo in termini di “nutrizione, digestione, apporto nutritizio, etc.” ma, anche, in termini di “applicazione, destinazione, specializzazione, attitudine, effetto, reazione, significato, etc.”.
Poi, non risulta mancante nemmeno l’interferenza che la confezione (packaging) – sia in termini di “forma” che in termini di “materiali utilizzati per assemblarla” – in sé e per sé e d’assieme con il prodotto “avvolto (confezionato)”, determina 1) sul prodotto stesso e, poi, 2) nel corpo che verrà caratterizzato in seguito.

Avere potere


Dalle e-mail che ho ricevuto ultimamente esce fuori un fatto abbastanza importante, sicuramente troppo importante per poter essere trascurato, e cioè che c'è molta più lamentosità tra i seguaci del movimento 'tu crei la tua realtà' di quanta ce n'è in altre sette e\o gruppi meno d'avanguardia.

Molti si stanno lamentando che 'i principii non funzionano' oppure che 'quelli che vanno in giro a fare seminari sono concentrati troppo su sé stessi e vendono 'solo' la propria energia, ma non dicono niente di veramente utile.

Alcuni cosiddetti guru o maestri fumano, bevono, sono sovrappeso e non sono l'incarnazione ideale dell'avatar bello, tutto pace e amore, rassicurante e sereno che immaginavano.

Una persona mi ha addirittura scritto, indignata, che se uno crea la sua realtà allora non dovrebbe affatto chiedere soldi agli altri perchè dovrebbe crearseli da solo i soldi no? ... questa è l'assurdità alla quale sto partecipando.

Questa per me è una chiamata... è Ho'oponopono... e queste per me sono solo scuse per non crescere e non mettere in pratica i principii. Perchè lavorare su di sé fa fatica e paura, e trovare un colpevole esterno a sé stessi fa sempre comodo, specie se troviamo altri con cui condividere le nostre rabbie.

Guidare realmente le persone verso livelli elevati (zhuan falun)


Durante l’intero corso del mio insegnamento della Fa e degli esercizi, mi sono impegnato a essere responsabile verso la società e verso i praticanti. Abbiamo ottenuto buoni risultati e l'influenza esercitata sull'intera società è stata altrettanto buona. Alcuni anni fa c'erano molti maestri di qigong che insegnavano i loro metodi, ma tutti appartenevano al livello della cura delle malattie e del benessere fisico. Naturalmente, non sto dicendo che quelle pratiche non fossero buone. Sto solo facendo notare che essi non hanno insegnato cose d’alto livello. Conosco la situazione del qigong nell'intero paese e, attualmente, sono l'unica persona che insegna veramente, sia in Cina, sia all'estero, una pratica che porta ai livelli elevati. E perché nessun altro lo sta facendo? 
 
Perché occorre affrontare problemi di grande importanza e questioni molto spinose - che risalgono a tempi remoti, alle origini della storia - e toccare una vasta gamma di argomenti. D'altra parte non è un qualcosa che chiunque possa insegnare, poiché coinvolge cose che appartengono a molte pratiche.

Uguaglianza vs libertà. Libertà è... redditi diversi (Mike Adams)

Inequality debunked Health Ranger

L’unico modo per raggiungere uguaglianza tra le masse è far collassare tutti in una povertà di massa. Le economie gestite dai governi FALLISCONO sempre.

Nel seguito traduco uno degli ultimi articoli di Mike Adams, fondatore di Naturalnews (USA), con concetti che anche dalle nostre parti sarebbe utile valutare… anche se – so bene- una gran parte della mentalità corrente alza contro gli scudi.
-----------------

(Natural News) Avete sentito quelli “di sinistra” vomitare il termine “disuguaglianza” in un contesto dispregiativo, poiché implicano che in una società giusta, tutti dovrebbero guadagnare esattamente la stessa quantità di denaro, sia che lavorino o meno. Per definizione, questo implica che nessuno dovrebbe essere ricompensato per lavorare sodo o per avere migliori idee.

Acqua e limone: 10 varianti per dimagrire




Tutti voi ormai conoscete le potenzialità di acqua e limone. Si tratta di un rimedio naturale depurativo e disintossicante che, nell’ambito di un’alimentazione corretta e bilanciata, può favorire anche la perdita di peso. Questo è vero soprattutto se si arricchisce con qualche ingrediente extra!

La natura ci mette a disposizione tanti prodotti naturali che agiscono come brucia grassi, attivano il metabolismo, regolano gli zuccheri nel sangue, tengono a bada il senso di fame, stimolano la diuresi, ecc. Tutti questi ingredienti si rivelano particolarmente utili a chi cerca di dimagrire. Da soli ovviamente non sono miracolosi ma possono essere quell’aiuto in più che fa la differenza. 

Bere acqua e limone già da sola può stimolare la perdita di peso ma per rendere ancora più attiva la vostra bevanda mattutina potete provare a sostituirla con una di queste varianti:

Sai perché vivere in modo sano rende migliore la società?


Sarà il caso di iniziare a pensarci? E sarà il caso di iniziare fin dall’asilo e dalle scuole elementari ad insegnare una adeguata igiene di vita ai bambini e ai loro genitori? È ancora giusto dire: ”Che mi importa: si vive una volta sola” di fronte a fumo, alcool, diete inadeguate e sbilanciate? Di fronte a glicemie che “Si vabbè ma tanto…”? Di fronte ad addomi e adipi strabordanti, pressioni arteriose incontrollate, lipemie in cui il siero è addirittura lattiginoso per quanto sono elevate (e ne ho viste talmente tante che non le conto)? Di fronte a bambini fermi con merendine in mano davanti alla televisione o inerti i cui genitori dicono ancora “Ma poverino: si stanca… piange… non vuole andare a fare sport…” oppure “Mi chiede sempre da mangiare ma vuole solo quello che gli/le pare: che posso fare… lo/la accontento sennò fa i capricci” oppure ancora “Se non do quello che vuole non mangia e allora, pur di vederlo/a mangiare, lo/la accontento”?

Alcuni dati (presi dall’Istituto Superiore di Sanità): “Nel nostro Paese le malattie croniche non trasmissibili (MCNT cioè sindrome metabolica, ipertensione, dislipidemie, obesità, infarto del miocardio, vasculopatie, ecc.) sono ritenute responsabili del 92% dei decessi totali registrati, in particolare le malattie cardiovascolari (41%), i tumori (29%), le malattie respiratorie croniche (5%) e il diabete (4%).

USA: La nuova peste stermina l'uomo bianco. Ormai SUPERFLUO.


E’ ormai la prima causa di morte per gli americani sotto i 50 anni, quindi in età produttiva. Un americano su 91 ogni giorno muore per overdose da fentanyl, un oppioide sintetico, antidolorifico,   che crea forte dipendenza. La chiamano “opioid epidemic”: 52 mila morti nel 2015, 59 mila nel 2016 (più 19%), già oltre 60 mila ad agosto 2017, saranno almeno 65 mila a fine anno. Aumenti spaventosi.

Gli Stati Uniti sono il paese con più morti per overdose del mondo per milione di abitante e lo sono per un differenziale enorme. 245.8 morti ogni milione all’anno contro i 26.4 per milione in Europa, dati del 2015, quindi 10 volte di più.

Siria accusa USA e Regno Unito di aver inviato di armi chimiche ai terroristi


Le sostanze chimiche tossiche trovate nei depositi dei terroristi provengono da USA e Regno Unito ha dichiarato il vice ministro della Siria, Faisal Mekdad in una conferenza stampa a Damasco.
"Tutti i proietti e le granate trovate, armati con sostanze chimiche tossiche CS e CN, sono state prodotte dalla compagnia "Federal Laboratories" in USA… Mentre le sostanze chimiche al loro interno dalla "Cherming Defence UK" (UK) e dalla "NonLethal Technologies" (USA)" ha detto Mekdad.
I depositi dei terroristi contenenti questi armamenti sono stati trovati ad Aleppo e nelle periferie orientali liberate di Damasco.
Mekdad ha ricordato che secondo il quinto articolo della Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche, queste possono essere usate solo nelle sommosse e nei disordini, e non in guerra.
"Quindi possiamo affermare con certezza che gli Stati Uniti e il Regno Unito, nonché i loro alleati nella regione, violano la Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche, dando supporto alle organizzazioni terroristiche sul territorio siriano. Essi hanno fornito ai guerriglieri non solo armamenti convenzionali ma anche quelli illegali" ha aggiunto Mekdad.

Il New York Times parte all’attacco con le sue “rivelazioni” sul caso Regeni. L’obiettivo: isolare l’Egitto di al Sisi

Al Sisi con Putin

Non poteva mancare la “gola profonda” del New York Times, organo preferito della CIA e del Dipartimento di Stato USA, per pubblicare il finto “scoop” delle rivelazioni sul caso Regeni. Secondo il NYT i servizi segreti del Cairo sono i responsabili del rapimento e dell’uccisione del borsista italiano Regeni.

E’ quanto scrive Declan Walsh in una lunga inchiesta sull’omicidio Regeni pubblicata sul New York Times Magazine. Il giornalista, che dal Cairo ha seguito tutte le fasi del caso Regeni, scrive di aver avuto la conferma da tre fonti dall’amministrazione Obama: Washington aveva ottenuto “prove incontrovertibili sulla responsabilità egiziana”, “non c’era alcun dubbio”.

Ma guarda che coincidenza, adesso che l’Italia aveva rinviato il suo ambasciatore al Cairo, dopo un periodo di raffreddamento dei rapporti diplomatici, puntuale come un orologio viene pubblicata una informativa del Dipartimento di Stato USA sul caso Regeni.

La politica nucleare degli USA è il problema


Le minacce del presidente Donald Trump e del Pentagono di “distruggere il popolo nordcoreano”, dette con fervida freddezza, dimostrano che la classe dirigente statunitense non è inconsapevole di commettere il crimine supremo di genocidio di civili inermi. Le minacce alla Corea democratica, nella stessa settimana in cui il mondo celebrava il 72° anniversario del bombardamento atomico statunitense delle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki nel 1945, uccidendo oltre 200000 persone, sono profondamente connesse. 

Comprenderlo è essenziale per avere una soluzione pacifica della crisi attuale ed evitare una guerra catastrofica. Parlando dal suo golf club privato di New Jersey, Trump spiegava che la potenza che gli Stati Uniti avrebbero scatenato contro la Corea democratica sarebbe “qualcosa che il mondo non ha mai visto prima”. 

Tale arroganza nel compiere una simile devastazione dimostra la mentalità genocida dei governanti statunitensi. Le parole di Trump furono ripetute dal capo del Pentagono James Mattis che avvertiva il popolo nord-coreano di un’imminente “distruzione”. Una qualsiasi equivalenza tra Stato comunista nordcoreano e governanti statunitensi è assurda.

mercoledì 16 agosto 2017

Il “significato” (2).


Avrai certamente già notato che esistono molte “analogie (curiose somiglianze)” tra fenomeni apparentemente diversi
Di solito ti attira a livello di "divertimento (effimero)".
Qualcosa che desta sempre “curiosità”, ma solo in termini di “spettacolo” e di “momento (circoscritto nel/dal tempo)”. 
Ossia, sei sempre meno “impressionabile (flessibile)” e sempre più “arteriosclerotic3 (rigid3)”. 
Non solo; lo sei sempre “di meno ed all’opposto (ma sensatamente) di più”… nel reame giurisdizionale di una “forza”, compresente ed immanifesta, che senza ombra di dubbio esiste (ma non c’è) e/o c’è (ma non esiste)”, in termini di presa d’atto e, dunque, di responsabilizzazione dell’accaduto (“precipitato”). 
“Qua, così”, infatti, le “cose” succedono... e tu non riesci a seguirne, passo passo, l’intero “iter” che va dal “a monte” al “a valle”. 
Più semplicemente, ad un certo punto “appaiono (come dal ‘nulla’)”
Non a caso, del resto, sia la scienza (deviata) che la religione, pongono alla base della “forma” sociale ed umana, considerazioni cardinali che, appunto, prendono, fissano e assumono – in quanto a “ragione fondamentale” – cause prime, che possono ad ogni effetto essere, soprattutto, considerate come una sorta di “creazione dal nulla” (Big Bang e Dio) o "invenzione (teoria)".
Un modo “scientifico, religioso (di parte)” per spiegare ciò che non viene ricordat3, nondimeno, di fissare in termini egoici (interesse) una incerta situazione, al fine di renderla… “certa (deviandola ed assumendola di/in parte)”.

Qigong: Esercizi per maghi erranti


"Il segreto della riuscita è costringersi a fare senza fare"

... quel dolore che senti nelle ginocchia e quel fremito che ti spinge a voler fare altro, l'ansia che ti viene, la paura, la distrazione, il senso di vuoto... tutto quello che stai provando mentre esegui le tue posizioni e ti sembra di non arrivare a nulla, quella è materia prima, è pulizia, è oro. Ma a te sembra di non fare niente, di stare fermo, di perdere tempo tenendo una stupida posizione di Qigong.

Però al tuo interno accade di tutto... spostamenti, vibrazioni e il tuo maestro che ti ripete: tieni la mente sulle mani, sull'esercizio, sull'energia. E l'energia scorre veramente, le mani divengono calde, qualcosa scende dal cielo sulla tua testa e inizia a percorrere i tuoi canali interni liberando ricordi, immagini, emozioni.

Il segreto della riuscita è non fuggire davanti a queste cose: ecco perchè i maestri del tao parlavano di Wu Wei (non fare), è chiaro... tu fai senza fare.

Iperborea, Thule e la Ricerca dell'Illuminazione Mistica


Secondo la leggenda, da qualche parte in prossimità delle lontane regioni ghiacciate del Polo Nord visse una civiltà ormai quasi del tutto dimenticata. Si narra che la mitica civiltà di Iperborea si sviluppò nella regione più settentrionale del pianeta in un momento in cui quei territori erano adatti ad ospitare la vita umana.

Secondo alcune dottrine e tradizioni, Iperborea avrebbe segnato l'inizio terreno e celeste di ogni civiltà, in quanto culla dell'Uomo Originario. Alcune teorie ipotizzano che Iperborea coincida con il giardino dell'Eden, il punto in cui in un remoto passato la terra ed il cielo entrarono in contatto.

Il mito riferisce che quando i membri di detta civiltà trasgredivano la legge divina, il prezzo della loro colpa fosse l'esilio a vita verso il mondo esterno. Mondo esterno che andò popolandosi proprio grazie alle comunità create dagli esuli, le quali sviluppandosi posero fine alla grande e gloriosa Età dell'Oro.

Vaccini: come la mettiamo coi soggetti ‘non responder’ ?


All’articolo 1 comma 2 della Legge Lorenzin è dichiarato testualmente

A questo concetto è bene ricordare che dal 1992, ad oggi, ad ogni cittadino è consentito avvalersi delle disposizioni emanate all’art. 7 comma 1 della Legge 210/92 [pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 6 marzo 1992 n. 55] che riconosce i danni da vaccinazioni obbligatorie

Benché la Legge 210/92 non è mai esposta nei centri vaccinali, come dovrebbe essere, è comunque diritto del cittadino pretenderne il rispetto, quantomeno per poter attuare gratuitamente gli esami pre-vaccinali.

ALLUMINIO AI NEONATI: Medicina o abominio?

 
ALLUMINIO AI NEONATI

Vitamina K nei Neonati: la Profilassi è necessaria?
 
Secondo le procedure consigliate dall’OMS e anche dal Servizio Sanitario Nazionale, i neonati devono essere necessariamente sottoposti a integrazione di vitamina K.

Si tratta di una somministrazione di routine, che parte dal momento della nascita e che ha, come obiettivo principale, quello di evitare che si presentino patologie collegate alla mancata coagulazione del sangue, come emorragie precoci.

Secondo voi è proprio necessario somministrare un farmaco al momento della nascita che contiene alluminio, elemento altamente neurotossico?

Dr Mercola intervista dr Brownstein: il nesso tra tiroide, iodio, tossine e radiazioni

Non solo la tiroide ha lo iodio.Tutti i tessuti ghiandolari lo hanno: seni, ovaie, utero e prostata. Le tossine a cui siamo esposti ne causano carenza.
Nel seguito una mia “vecchia“ traduzione (del 2011) che è rimasta nel dimenticatoio del mio archivio: è una sintesi del video-intervista del dr Mercola ad un esperto sulla tiroide e iodio, il dr Brownstein. All’epoca si trattava di preparazione e documentazione per la emergenza e crisi Fukushima, poi tutto andando ovattandosi nel tempo, come sempre grazie alla “grande” informazione mainstream.

Adesso … che "quelli che contano” stanno di nuovo giocando sulla scacchiera del mondo con minacce di armi nucleari, curiosamente mi è tornata tra le mani e la pubblico. Abbiamo aree qui nel nord est (casualmente vicino a centri militari strategici dei nostri liberatori) che da tempo sono più colpite da problemi su questo organo ed hanno sviluppato infatti centri specializzati…

Femminismo: La guerra dell’elite contro le donne


Se pensate che le donne occidentali, in generale, siano più emancipate che mai, vi sbagliate di grosso.

Questo non è un articolo che condanna le disuguaglianze sul posto di lavoro o la apparente differenza di salario. Si tratta di uno sguardo a come le donne vengano segretamente manipolate nel vivere vite opposte alla loro vera natura interiore; e a come la maggior parte delle donne ne soffra. Divorzio, superlavoro, esagerazioni, disturbi alimentari, chirurgia plastica, depressione, suicidio – e` indubitabile, alle donne sta accadendo qualcosa di strano. E` in corso un grande esperimento: stanno cercando di capire quanto e` possibile trasformare le donne in qualcosa che differisce totalmente dalla loro natura interiore.

Ai giorni nostri c’e` qualcosa di veramente sbagliato nelle donne. Se non lo vedi, non stai prestando attenzione. Donne americane e occidentali sono prigioniere della preoccupazione, della tristezza, della depressione, dell’ansia emotiva e fisica, di problemi di salute e di malattie.

I mass media non ci parlano di queste tristi verità. Ma se tenete gli occhi aperti potete vedere che qualcosa che non va, e forse potreste trovare prove di questa “malattia di massa” nei giornali, nelle riviste e nella televisione:

L’ultimo punto di discesa all’inferno


Alexandr Dugin è il più importante geopolitico della nuova scuola geopolitica russa, cosa che, tra l'altro, è testimoniata dal suo libro Fondamenti di Geopolitica, pubblicato nel 1997 a Mosca. Ma Dugin è molto più di questo: è un pensatore tradizionalista ed esoterico, mistico, politologo, culturologo ed editore di molte opere capitali della cultura russa ed europea.

Il libro Quarta Teoria Politica [pubblicato nel 2012 e tradotto in italiano nel 2017 dalla casa editrice NovaEuropa Edizioni, ndt] è stato tradotto in quasi tutte le lingue europee. In esso, Dugin accusa ferocemente il liberalismo, il flusso di pensiero principale in Occidente e la sua unica ideologia come razzista e totalitaria, e suggerisce la propria alternativa. Questa è la quarta teoria politica, un progetto aperto intellettualmente, non un dogma. A differenza del dogma liberale, la quarta teoria politica tiene conto dell'eredità e della tradizione del popolo, del suo Logos e del suo "Dasein" (Martin Heidegger), che ha quante più nazionalità possibili. Essa non proviene da dettami, ma dalla necessità e dal dialogo della diversità: delle nazioni, delle civiltà e delle religioni.

I fiduciari del “Pensiero Unico”

Globalizzazione dei mercati e delle persone

L’emarginazione di chi dissente avviene oggi, nell’epoca della globalizzazione, quando la canaglia mediatica del modo occidentale si scatena contro un qualche riconosciuto nemico dei così detti i ”nostri valori” della “nostra democrazia”, quest’ultima, una parola che ha acquistato un significato tecnico orwelliano quando viene utilizzata con l’esaltazione retorica dal giornalismo conformista, per riferirsi agli sforzi degli Stati Uniti e dei suoi alleati per imporre la democrazia liberale rappresentativa ed il sistema occidentale agli stati considerati “fuorilegge”, come il Venezuela o la Corea del Nord, la Siria di Assad o l’Iran o la Russia di Putin.

In questo contesto di propaganda mediatica, si è arrivati a considerare come luogo comune quanto più si afferma di voler riconoscere e difendere la “democrazia e le libertà”, tanto subdolamente si reprime la facoltà di criticare e di analizzare i fatti sviluppando un pensiero controcorrente. Il “Pensiero Unico” dominante corrisponde in questi casi al “politicamente corretto“, quello che Paolo Borgognone definisce
una forma di evangelizzazione laica delle masse post moderne, tesa a perseguire l’integrazione conformistica delle masse acritiche dei cittadini o meglio delle nuove plebi postproletarie e flessibilizzate”.

L’Ucraina fornisce i motori per i missili nordcoreani


Quando il dipartimento di Stato USA sostenne le forze nazionaliste ucraine nel colpo di Stato mortale contro il presidente filo-russo Viktor Janukovich, nel 2014, l’esito doveva essere una nazione alleata indiscussa degli USA e minaccia persistente, distrazione e avversaria non-NATO della confinante Russia. 

Al contrario, sembra che l’Ucraina, secondo il NYT, sia dietro il successo del programma missilistico della Corea democratica. In particolare, con un articolo sconvolgente, il NYT sostiene che la Corea democratica acquista potenti motori a razzo da una fabbrica ucraina, citando 
un’analisi di esperti e valutazioni classificate delle agenzie d’intelligence statunitensi“. 
Lo studi risolverebbe il mistero di come la Corea democratica abbia iniziato ad avere successi all’improvviso dopo una serie di fallimenti, alcuni dei quali forse causati dal sabotaggio statunitense nelle catene di rifornimento e con cyberattacchi sui lanci. Dopo tali fallimenti, il Nord cambiò progetti e fornitori, negli ultimi due anni, secondo un nuovo studio di Michael Elleman, esperto missilistico presso l’Istituto internazionale degli studi strategici.

lunedì 14 agosto 2017

Il “significato” (1).

La realtà manifesta “qua, così” è caratterizzata da una “corsa al potere (interesse)”, ossia, alla sostanziale – per quanto ci giri intorno – sopraffazione premeditata altrui
A volte, non ci credi nemmeno tu. Ma tant'è. 
Non puoi negare che esiste un “buco” nel cielo, che chiami Sole… dal quale fuoriesce luce. No? 
Del resto, provieni - “a quanto si dice” - da una versione delle “cose”, contrassegnata dal famoso marchio “mors tua, vita mea”. 
Ora… 1) quando definiscono il presidente Usa, come l’uomo più potente al mondo e 2) lo stesso uomo è sottoposto ad “attacchi serrati (accuse)”, provenienti – da qualche/molte parti – tutt'attorno a lui… che cosa significa
Quale significato ne ricavi? 
Se è la “testa che puzza”, che fine farà il “corpo”? 
E poi ti parlano e, magari, ti accusano di… “fake news”:
una nuova “malattia sociale”. 

I compagni di viaggio


Quest'anno ho incontrato e interagito con più persone di quante ne avessi viste nei 5 anni precedenti portando avanti questo 'lavoro'. Mentre cercavo di barcamenarmi tra terapie e conoscenze da integrare, tra libri e seminari esperienziali, lezioni di qi gong e viaggi per l'Italia, mi sono ritrovato a guadagnare e perdere letteralmente per strada tutta una serie di persone che orbitavano attorno alle mie giornate, alcune anche molto vicine, ed essendo molto parsimonioso in termini di domande non mi sono mai premurato di chiedere ai miei maestri come mai la mia vita sociale extra-lavoro si stesse assottigliando così tanto.

Alla fine l'ho fatto... troppe le defezioni, molte le scuse ricevute e date, e diverse le discussioni accese; tutto sommato non afferravo ancora bene il senso di quello che mi stava accadendo. Ed ecco qui... non c'era molto da capire.

Quando si è su un determinato tipo di percorso e nel momento in cui il percorso diventa assolutamente prioritario, si attraversa un periodo di solitudine più o meno marcata. Questo è inevitabile dicono i miei maestri.

Ingratitudine o inconsapevolezza?


Proverbio:
Prima di fare del bene, assicurati di poter accettare l’ingratitudine che ne deriverà“.
Posso dire che è strano ma assolutamente vero.

C’ho pensato moltissimo prima di postare questo “scritto” ma credo che sia bene far sapere anche quest’altra verità.

Io non riuscivo a capire perchè, alcune persone aiutate da me in situazioni molto difficili poi mi si quasi rivoltavano contro o come minimo si sono allontanate, eppure non ho mai chiesto nulla per gli aiuti che ho dato… mi sfuggiva qualcosa.

Poi ho realizzato che, ogni persona vive la sua vita, ogni persona si procura volontariamente (per volontà inconscia ovviamente) tutti i malanni e i problemi che vive.

Ogni cosa, dipende da noi, anche la malattia, addirittura gli incidenti ce li procuriamo noi, addirittura sono riuscito a trovare il nesso in incidenti stradali e nessuno ha potuto dire che non è possibile che non ci sia il nesso… basta saper vedere e sapere cosa vedere.

MORTI IN CULLA: PROSEGUONO LE STRAGI DI STATO…


Ennesimo caso di cronaca nera che riguarda un neonato.
 

Questa volta tocca a Monza dove una bimba di 4 mesi dentro la sua culla ha smesso di respirare.
Inutile sottolineare che quando un neonato muore non esistono parole per descrivere il dolore per l’intero pianeta.
 

Le parole però non devono più rimanere nascoste quando si tratta di denunciare al mondo una pratica che solo delle poveri menti ignoranti o in totale malafede non vogliono o non possono vedere. Mi riferisco alle vaccinazioni pediatriche.
 

Avete letto bene.
 

Mentre la medicina allopatica, quella non democratica che si arroga il diritto di sapere tutto e imporre al mondo scientifico e ai medici i protocolli delle lobbies, si arrampica inutilmente sugli specchi, i neonati continuano a morire come le mosche.
 

Ecco come spiegano la Sids (acronimo di Sudden infant death syndrome), cioè Sindrome della morte improvvisa infantile, dette anche «morti bianche» o «morti in culla». 

Cos'è l'autismo?


La risposta di EA
 
L’autismo è una malattia multi-sistemica con anomalie dello sviluppo, della comunicazione, neurologiche, gastrointestinali, endocrine, immunitarie che viene riconosiuta in un'età mediamente compresa tra i 15 ed i 20 mesi. In passato si riteneva che i bambini nascessero con questo disordine già acquisito. Oggi, nella maggior parte dei casi, il bambino progredisce normalmente e comincia poi a regredire durante la crescita, perdendo progressivamente (o non riuscendo a sviluppare)  linguaggio, capacità di socializzazione e abilità fisiche. Ci sono diversi gradi di gravità, ma la maggior parte dei bambini si ritira completamente in un mondo tutto suo.

I bambini autistici generalmente presentano una serie di problemi biomedici e neurologici: molti soffrono di diarrea cronica, a causa di danni intestinali che non consentono loro di assorbire i nutrienti vitali, i minerali e le vitamine essenziali per il funzionamento ottimale del cervello; il funzionamento di fegato e reni è danneggiato, cosa che causa il depositarsi nel loro corpo di alti livelli di sostanze tossiche provenienti dall’ambiente, come piombo, mercurio, alluminio, arsenico e altri metalli pesanti; il sistema immunitario è compromesso al punto che non riescono a combattere anche la più semplice infezione fungale, parassitaria e batterica.

Complotti Svelati

 
Quando ci si azzarda ad interloquire con un essere umano dell’artificiosità del clima, dei tanti metodi di attacco all’umanità in corso, oppure della gestione occulta di politica e finanza, ci si sente irridere ed etichettare come complottisti.

Tralasciando l’errore di attribuzione (il complottista infatti è colui che ordisce il complotto, non chi lo svela) si dovrebbe ricordare loro come l’impero romano esordì con un complotto e l’uccisione dell’imperatore, che John Fitzgerald Kennedy (presidente statunitense) in un suo celebre discorso metteva in guardia la nazione dall’esistenza di uno stato ombra parallelo, potente e ben ramificato, in grado di gestire le sorti dello stato palese.

Il Faraone Gigante


5.000 anni fa, un 'gigante' dominò l'Antico Egitto

Un antico faraone egiziano chiamato Sa-Nakht, dalla terza dinastia, era l'antico gigante dell'Egitto.

Sa-Nakht governò la civiltà del fiume Nilo circa 1.000 anni prima che Ramses II salisse al trono. Ramses, era considerato estremamente alto migliaia di anni fa, con un'altezza di circa 1,75 m, ma, era "sovrastato" dalla dimensione del faraone Sa-Nakht.
Sa-Nakht o Sanakht da anni è rimasto un enigma per gli esperti, dato che le informazioni riguardanti la sua dominazione, quando ha assunto la carica, quando è morto e su che tipo di faraone era, è rimasto ambiguo nel tempo. Quello che si sa di questo faraone è dovuto a diversi esperti che sono riusciti a raccogliere nel corso degli anni alcune reliquie che sono sopravvissute per più di 5000 anni.
Se si da un occhio ai registri dell'antico e storico egiziano Manetho (Manetone) e nella lista dei re di Torino, Sa-Nakht ha governato l'antico impero egiziano per 18 anni, ma molti archeologi sostengono che il periodo di tempo esatto rimasto sul trono rimane un mistero. La sua esistenza è attestata da frammenti di guarnizioni trovati a nella mastaba K2 a Beit Khallaf e un graffito - un marchio deliberato fatto da graffiti o incisioni su una grande superficie come un muro.

Gli interventi umanitari: la dottrina dell'imperialismo

Le strutture ideologiche che provvedono a dare e sostenere la legittimazione per un più aperto e dichiarato esercizio del potere politico ed economico sono manifestate attraverso la retorica dell'interventismo umanitario.

"L'inferno è colmo di buone speranze
e desideri
" (S. Bernardo di Clairvaux).

Definire il concetto di intervento umanitario è problematico e, quindi, l'implementazione della sua concettualizzazione è controversa. Da una parte, l'intervento umanitario è di regola inteso come un'azione di ultima spiaggia presa da uno stato o da un gruppo di stati per alleviare o far terminare palesi violazioni dei diritti umani per conto ed in favore di cittadini di una minoranza etnica dello stato-bersaglio, attraverso l'uso della forza militare. Dall'altra parte, l'intervento umanitario è percepito come una delle più sottili e nascoste forme di esercizio del potere nei sistemi geopolitici contemporanei. Vale a dire che le strutture ideologiche che provvedono a dare e sostenere la legittimazione per un più aperto e dichiarato esercizio del potere politico ed economico sono manifestate attraverso la retorica dell'interventismo umanitario.

Conseguentemente, il fenomeno dell'intervento umanitario è stato uno degli argomenti più controversi nel diritto internazionale, nella scienza politica e nella filosofia morale. Tuttavia, esaminando l'evoluzione del concetto, si può concludere che le motivazioni per l'intervento umanitario sono moralmente e giuridicamente intollerabili, agendo quest'ultimo come una forza dell'imperialismo liberista.

Il “Maidan Ucraino” che gli USA stanno promuovendo in Venezuela

Maidan a Caracas 

Attualmente in Venezuela si sta sviluppando uno scenario promosso dagli USA molto simile a quello dell’Euromaidan una serie di proteste che alla fine del 2013 si produssero a Kiev e che sfociarono nel cambio di potere-, scrive l’analista russo, Víktor Marajovski, per Sputnik.

Le proteste di piazza sono presto degenerate in scontri sanguinosi. Secondo Marajovski, il presidente venezolano Maduro, appoggiato da circa la metà dei cittadini appartenenti alle fasce popolari del paese, sta contrastando l’opposizione rappresentata nella sua maggioranza dalla elite e dalla classe media.

Il Venezuela la gallina dalle uova d’oro per gli USA.

Negli USA si sta offrendo appoggio mediatico ai denominati “manifestanti democratici” e ufficialmente questi rifiutano le accuse relazionate con l’ingerenza diretta di Washington negli affari interni del paese latinoamericano.

Trump continua l’azione di Bush e Obama verso la Corea

Gli Stati Uniti hanno minacciato in modo provocatorio la Corea democratica con “fuoco e furia”. Dopo di che, The Guardian riferiva nell’articolo “Trump sulla Corea democratica: forse “fuoco e furia” non sono una minaccia abbastanza dura“, di ulteriori minacce: “Donald Trump ha rilasciato un altro avvertimento provocatorio alla Corea democratica, suggerendo che la sua minaccia di scatenare “fuoco e furia” sul Paese non fosse “abbastanza dura”. Il presidente statunitense ha detto ai giornalisti che la Corea democratica “farebbe meglio a collaborare o sarà in difficoltà come poche nazioni lo furono in questo mondo”.” 

The Guardian non indaga su esattamente quale “difficoltà” si riferisse o sulle “poche nazioni” che gli Stati Uniti suggerivano. Tuttavia, le minacce avvenivano nel noto sbarramento di frasi, terrorismo e fabbricazioni tipiche di ogni aggressione militare degli USA nel mondo, in particolare l’Iraq dove l'”intelligence” fu fabbricata intenzionalmente per trascinare gli statunitensi e il mondo in una guerra devastante che costò oltre 1 milione di vite, trilioni di dollari e i cui effetti si sentono ancora in Iraq e in Medio Oriente.

venerdì 11 agosto 2017

Il “significato”.

Da quest’oggi (in quanto "introduzione"), probabilmente per tre Bollettini, questo spazio (potenziale) analizzerà il “significato” (significato = simbolismo sostanziale frattale espanso) della teoria fisica applicata a “quiete e moto, sistemi di riferimento, sistemi di riferimento inerziali, traiettoria, velocità, teoria aristotelica del moto, principio di relatività galileiano, principio di inerzia, nascita del metodo di ricerca sperimentale”. 
Il tutto, nella “direzione” impartita agli argomenti, attraverso un libro di testo, per gli istituti magistrali, relativo all'anno 1988. Un testo a “caso”, laddove “il caso non esiste”. 
Ovviamente, la disquisizione sarà in “funzione della sfericità globale (valore universale)” emersa durante questi otto anni di condivisione quotidiana del “pensato”. 
La “teoria” deve sempre passare per la “dimostrazione”?
Deve essere sempre “comprovata”? Perché?
E, soprattutto, da “chi”… oltre a ciò che rappresentano ed incarnano le Istituzioni?
La riflessione è, quindi:
che cosa significatutto ciò (e, dunque, "chi" è).

Amore, Guarigione e Tecniche


Dopo più di 6 anni di pratica nel lavoro con l'energia e dopo aver sperimentato diverse tecniche che usano il prana ma anche tecniche di guarigione mentale, dopo aver studiato cose come Divina Scienza, Metodo Silva, Qi-gong, Pranoterapia, Quantum Touch, Pranic Healing, Reiki e molte altre, nella mia mente si è andato formando lentamente un concetto, che ho poi ritrovato in diverse altre branche del sapere olistico, metafisico ma anche in molte opere di psicologia umanistica.

Innanzitutto nell'interagire con le persone non ho mai considerato la loro malattia o il loro disagio come il problema centrale e ho sempre istintivamente cercato di non evidenziare i sintomi, conscio del fatto che più a lungo si parla di questi e più a lungo questi persistono.

Ho sempre cercato di non definire me stesso un 'terapeuta' o un 'guaritore', cosa che non sono affatto, e ho sempre tenuto ben lontano dal rapporto con le persone che venivano per dei "trattamenti" tutto quello che credevo di sapere in materia di guarigione, perchè c'era qualcosa in me che sapeva da principio che non ero io a fare il lavoro ma qualcun altro o qualcos'altro attraverso di me.

Purgatorio

(Immagine presa dal web)
 
Questo articolo continua il precedente, nel quale ho parlato dello stato mentale inferno. Abbiamo avuto modo di parlare di questo stato d'animo tormentoso, cupo, senza apparente via d'uscita, dal quale, tuttavia, molte persone necessitano di passare e rimanervi per un periodo più o meno lungo, allo scopo di "purificarsi" attraverso le fiamme infernali, fino a bruciare l'ego e risorgere dalle proprie ceneri, proprio come l'araba fenice.
 
Oggi parliamo dello stato mentale intermedio, il purgatorio. Purgatorio è il livello successivo a quello inferno. Esso, infatti, continua il cammino di ascesa evolutiva che è partito dagli inferi. In questa fase, chi vive nello stato mentale purgatorio comincia a vedere le cose sotto un'altra luce in quanto, avendo cominciato e portato avanti un serio lavoro su di sé, ha avuto modo di sviluppare degli stati di coscienza superiori e ha cominciato, al contempo, a mettere in atto dei cambiamenti significativi nella propria Vita.
 
Chi vive nello stato mentale purgatorio comincia a riconoscere gli angeli smettendo, in questo modo, di scambiarli con i demoni. E se anche dovesse avere un confronto coi propri demoni personali, quasi inevitabile in questo stato intermedio, specie per chi è avanti con il lavoro ed intende progredire ulteriormente, lo farà in maniera equilibrata, senza provare emozioni destabilizzanti.